I migliori framework di persistenza Java

Marco Ballante 12/10/2012 0 Commenti

sei pronto per un colloquio di lavoro?

Stanchi di scrivere manualmente le solite query? Nessun problema, per chi non se ne fosse accorto c'è già chi da anni sta cercando di risparmiarci questo compito noioso. Stiamo parliamo dei framework di persistenza e/o ORM.

Diavolerie da evitare assolutamente per alcuni, vera e propria panacea per altri, il mondo informatico si divide fra detrattori e fautori di questa tecnologia.

Questo perchè, l'impossibilità di poter gestire direttamente le query, può essere vista, da molti sviluppatori o amministratoti di db, come un forte limite ed una possibile fonte di pericolo per le prestazioni del database.

Ma per ora lasciamo perdere per un attimo quelli che dicono: "JDBC tutta la vita" e proviamo a fare una lista di framework ORM Java vanno per la maggiore. La lista sarà aggiornata con l'aiuto dei vostri commenti.

  • Hibernate è sicuramente il più completo ed affidabile e su cui si è investito di più. Fin dall'inizio ha subito fatto presa sugli sviluppatori Java ed ha raggiunto un elevato grado maturità e stabilità. E' il framework di persistenza Java per antonomasia.
  • Mybatis Nasce dalle ceneri di IBatis, insieme ad Hibernate è sicuramente il più famoso ed il più usato framework di persistenza. Il cambio di nome è stato annunciato dal project leader Clinton Begin, in concomitanza con il cambio di piattaforma, da Apache a Google Code. C'è da specificare che non è un vero e proprio ORM perchè non usa una vera relazione diretta fra gli oggetti Java e le Tabelle, bensì tra metodi e codice SQL.
  • OpenJPA E' il progetto open-source di Apache che supporta le Api JPA delle specifiche EJB 3.0. Io personalmente non l'ho mai usato ma vedo in giro qualche annuncio di lavoro che lo inserisce nelle competenze richieste o almeno gradite.
  • EclipseLink E' un progetto open-source che ha come missione quella di affrontare in maniera globale il problema della persistenza. Nasce dall'esperienza e dal codice sorgente del progetto Oracle TopLink e vanta come punto di forza la possibilità di accesso a dati in diversi formati da diversi tipi di sorgenti di dati.

Il breve elenco dovrebbe contenere i più famosi framework di persistenza usati nei progetti Java. I più famosi ed i più usati sono sicuramente Hibernate e Mybatis che hanno dalla loro anche un ottimo supporto in Spring che ne agevola il loro utilizzo. Spesso la scelta in un progetto ricade su uno di questi due, e quasi sempre le argomentazioni sono sempre le stesse.

MyBatis sembra essere il più semplice da usare ed è preferito anche da chi vuole avere il codice sql, e quindi le query, sotto controllo.

Hibernate è il preferito perchè si ha un approccio più orientato agli oggetti rispetto alla base dati ed al codice, e poi per il gusto di usare tutta la potenza e la comodità di un ORM. Come non citare poi il plugin di Eclipse per Hibernate, che offre la possibilità di usare un'ambiente integrato per la configurazione e per il reverse engineering della base dati, e la successiva creazione delle classi java.

E per voi qual'è Il vostro framework di persistenza preferito?

Ti è piaciuto questo post, Condividilo!

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Per lasciare un commento devi essere autenticato Accedi

Javajob.it © 2017 - Javajob.it è un progetto realizzato da Gsoftware srls